A coloro che verranno

Davvero vivo in tempi bui,

quando la parola innocente è stolta

e una fronte distesa vuol dire insensibilità.

Quali tempi sono questi

quando discorrere di alberi è quasi un delitto

perché su troppe stragi comporta il silenzio?!

castigo-divino

E l’uomo che ora attraversa la strada

mai più potranno rivederlo gli amici.

E’ vero: ancora mi guadagno da vivere.

Ma è un caso.

Nulla di quel che faccio mi autorizza a sfamarmi.

Basta che il vento giri e sono perduto.

«Mangia e bevi -dicono- e sii contento di averne.»

Ma come posso mangiare e bere

se quel che mangio manca a chi ha fame?

e a chi ha sete tolgo il mio bicchiere?

Eppure mangio e bevo.

E vorrei anche essere saggio.

Nei libri antichi è scritto:

lascia le contese del mondo,

trascorri questo breve tempo senza paura,

spogliati della violenza e rendi bene per male.

Questo, dicono, è la saggezza.

Tutto questo per me oggi è impossibile.

Davvero vivo in tempi bui.

Nelle città venni al tempo del disordine,

quando la fame regnava.

Tra gli uomini venni al tempo delle rivolte,

e mi ribellai insieme a loro.

Il mio pane lo mangiai nelle battaglie.

E per dormire mi stesi accanto agli assassini.

Così passò il tempo che m’era stato dato sulla terra.

Voi che riuscirete a salvarvi

dai gorghi dove fummo travolti

pensate,

quando parlerete delle nostre debolezze,

ai tempi bui cui siete scampati.

Noi cambiammo più spesso paese che scarpe.

Andammo, disperati, in mezzo alle guerre

quando regnava solo ingiustizia.

Eppure lo sappiamo:

anche l’ira contro l’ingiustizia fa roca la voce,

anche l’odio contro la bassezza stravolge il viso.

Noi che volevamo apprestare il terreno alla gentilezza

non potemmo essere gentili,

ma voi, quando sarà venuta l’ora

che l’uomo sia un aiuto all’uomo,

pensate a noi con indulgenza.

 

(Bertolt Brecht, 1940)

2 commenti su “A coloro che verranno”

    1. Si, l’unità con il Signore è ciò che da coraggio e forza alla nostre povere esistenze che hanno bisogno di fiducia e speranza. La stessa vita è un cammino di fiducia sulla terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *