La casa si fa eremo

“La casa si fa eremo” edizioni deComporre racconta la nostra scelta di vivere in un ” eremo”. Lo porteremo con noi a Fermo, dove siamo stati invitati dalla diocesi a presentare la nostra esperienza dell’eremo di famiglia Aquila e Priscilla.

Questo invito è, per noi, segno della Grazia di Dio; un momento per condividere il cammino che stiamo cercando di fare con l’accompagnamento di dom Innocenzo Gargano (monaco camaldolesi cresciuto con dom Benedetto Calati) e Madre Michela Porcellato (Badessa del Monastero di Sant’Antonio Abate in Roma) con le famiglie di un’altra diocesi. Bellissimo.

Ringraziamo il Signore che ci sta accompagnando nel desiderio di essere piccole luci, semplici fiaccole nonostante la fragilità umana che abita il quotidiano. Tutto questo per permetterci di “dire e testimoniare che Cristo è  Risorto, che è  davvero Risorto e che ci precede lungo la via”.

Al ritorno da Fermo vi racconteremo di questa esperienza di Chiesa che crediamo sarà piena di gioia e fraternità autentica.

Franca e Vincenzo

 

 

 

2 commenti su “La casa si fa eremo”

  1. Cristo e’ risorto, E’ veramente risorto ! Un grido di gioia si leva nella notte di Pasqua. Poi che Cristo sia veramente Risorto lo attesta il suo Spirito che abita nei nostri cuori e geme e soffre perché fatichiamo a tradurlo in opere di bene. Ma un grido” Abba’ ” si leva dai nostri cuori e ci sentiamo figli dello stesso Padre.

    1. Fatichiamo certo ma possiamo. Le opportunità non ci mancano. Sarà la nostra semplice vita quotidiana a farci da testimone. Se veramente abbiamo aderito a Cristo e se Lui è diventato compagno di viaggio faremo cose grandi diventando segno e strumento del bene per chi incontriamo e che attende di essere accolto, accarezzato e sostenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.