Un annuncio a sorpresa

Era il 25 gennaio 1959, si concludeva l’ottavano di preghiera per l’unità dei cristiani, quando Giovanni XXIII, alle 13,10 annunciò che aveva deciso di convocare un Concilio ecumenico.

La stragrande maggioranza dei fedeli non era affatto preparata all’idea del Conclio. E non solo nella Curia romana, ma anche negli ambienti ecclesiastici più aperti, molti non riuscivano a nascondere le loro preoccupazioni. Anche il Cardinale Montini, il futuro Paolo VI telefonò ad un suo caro amico dicendo: “Ha sentito? Che vespaio, che vespaio!”. Ma papa Roncalli non si fermò dinanzi agli ostacoli. Aveva capito che il momento era giusto e chiamò la Chiesa a guardarsi dentro con più umiltà e semplicità per tornare alla purezza delle sue fonti e  a rivolgersi agli uomini con più fiducia e comprensione. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.