Fare silenzio e immaginare il dopo

Cari amici ci prepariamo a vivere un tempo straordinario, il tempo  della grande attesa che ha cambiato la storia del mondo. Dopo domenica 26 novembre, Cristo Re dell’Universo,(ultima domenica dell’anno liturgico),  entreremo tutti in un tempo di attesa che sarà scandito, per noi,  dal ritmo del silenzio. Parole e pensieri continueranno a viaggiare solo da cuore a cuore e solo attraverso il pensiero e la preghiera. Avremo solo quattro luci della Parola, una per  ogni domenica che precede il Natale. Saranno le uniche quattro condivisioni della Parola pregata e contemplata.

Vivremo un viaggio della memoria in attesa di accogliere la Grande Speranza del mondo, quel Dio bambino che è potenza capace di scolpire con il vento del suo Spirito, le rocce del nostro cuore e aprirlo all’incontro reale dell’Altro per fare Festa subito e oltrepassare la notte buia. Sarà un viaggio abitato dal Grande Silenzio in attesa del mistero che ogni giorno vuole trasformare questo presente in un presente pieno della Luce infinita dell’Amore.

Buon viaggio

Franca e Vincenzo oblati osb-cam

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.