Uomo che salva

Discendente di Abramo e Davide, Gesù è colui che da senso alle promesse di Dio.

E oggi, il passo del Vangelo ce lo attesta molto bene tanto che in quello che appare uno sterile elenco di nomi (la genealogia di Gesù) si celano le storie di uomini e (perfino) di donne che hanno “collaborato” a scrivere il percorso che ci ha consegnato Gesù, il figlio di Dio che sta per venire.

Nella storia degli avi di Gesù sono nascoste le vicende liete e tristi di tante persone che meritano di essere conosciute e che ci danno il senso di un cammino nel quale le promesse di Dio sono consegnate di generazione in generazione fino al suo compimento in Cristo.

Anche ciascuno di noi è un anello di questa catena che racchiude in se storie antiche che, di generazione in generazione, si sono svelate e che siamo chiamati a consegnare a chi verrà dopo di noi come ideale testimone di un progetto d’Amore che per primo, però, dobbiamo avere il coraggio di saper riconoscere.

Ogni nostra scelta piccola o grande che sia, infatti, può incidere ed incide oltre che sulla nostra storia personale, anche su quella della famiglia e perfino su quella collettiva, in maniera forte. Di queste scelte siamo davvero responsabili e il solo pensiero ci deve aiutare a riflettere sulle conseguenze di ciò che facciamo. Dobbiamo pensare al meglio non solo e non tanto per noi stessi ma, soprattutto, per chi viene dopo di noi. Questo perché chi ci seguirà possa realizzare un progetto di vita migliore e possa, anche grazie al nostro impegno e al nostro sacrificio, “essere salvezza” per sé e per gli altri. Se ci riflettiamo questo è sempre stato il motore che ha spinto tutte le generazioni dell’umanità ad impegnarsi per chi veniva dopo … Buon cammino.

Franca e Vincenzo, osb-cam

Dal Vangelo secondo Matteo

Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo.
Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli, Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esrom, Esrom generò Aram, Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmon, Salmon generò Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse, Iesse generò il re Davide.,
Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa, Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asaf, Asaf generò Giòsafat, Giòsafat generò Ioram, Ioram generò Ozìa, Ozìa generò Ioatàm, Ioatàm generò Àcaz, Àcaz generò Ezechìa, Ezechìa generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosìa, Giosìa generò Ieconìa e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia.
Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconìa generò Salatièl, Salatièl generò Zorobabele, Zorobabele generò Abiùd, Abiùd generò Eliachìm, Eliachìm generò Azor, Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd, Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù, chiamato Cristo.
In tal modo, tutte le generazioni da Abramo a Davide sono quattordici, da Davide fino alla deportazione in Babilonia quattordici, dalla deportazione in Babilonia a Cristo quattordici.

   Parola del Signore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.