In verità vi dico

La parola da vivere oggi è: Fare la volontà di Dio.

Per fare ciò che il Signore ci chiede occorre ascoltare la sua volontà. Ma come possiamo ascoltare il Signore se siamo sempre e continuamente impegnati a fare altre cose. Forse non ci siamo mai chiesti cosa vuole Lui da noi. Forse non ci interessa neanche tanto e crediamo, che la cosa più importante per noi sia fare le cose che abbiamo nella nostra testa. Gesù rimprovera i capi dei sacerdoti e gli anziani e gli accusa di non ascoltare Dio perché impegnati a fare altre cose, magari a fare carriera e occupare posti. Il rimprovero di Gesù ai sacerdoti del Tempio è durissimo e si conclude profetizzando loro che “pubblicani e le prostitute” li passeranno avanti, nel regno di Dio. Pubblicani e prostitute, infatti, hanno ascoltato e creduto.

Franca e Vincenzo, osb-cam ♥️

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli. Si rivolse al primo e disse: “Figlio, oggi va’ a lavorare nella vigna”. Ed egli rispose: “Non ne ho voglia”. Ma poi si pentì e vi andò. Si rivolse al secondo e disse lo stesso. Ed egli rispose: “Sì, signore”. Ma non vi andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Risposero: «Il primo».
E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. Giovanni infatti venne a voi sulla via della giustizia, e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, avete visto queste cose, ma poi non vi siete nemmeno pentiti così da credergli».

   Parola del Signore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.