“Vedere” e’ un’arte

Il Padre del Signore nostro Gesù Cristo
illumini gli occhi del nostro cuore
per farci comprendere a quale speranza ci ha chiamati.

Gesù guarisce l’uomo, soprattutto gli ridona la possibilità di “vedere” e cioè la possibilità  di comprendere in che direzione camminare. L’intervento  di Gesù, però, è graduale, risoluto e in grado di donare la capacità di fare discernimento. Gesù agisce non per mostrare la sua Potenza ma per amore e solo per amore nei confronti di chi è nel bisogno.

La sua azione fatta di gesti e parole cambia la realtà offrendo una concreta possibilità di cambiare vita.

Ridonando al cieco di Betsaida la possibilità di “vedere” gli offre le chiavi per scoprire attorno a se i bisogni, le necessità e le povertà. Da a questo uomo la possibilità di aiutare chi cerca sostegno, chi ha bisogno di una parola e di un gesto d’amore. Il cieco di Betsaida ora vede e, se vuole davvero essere un fedele seguace del Signore può agire per condividere i doni ricevuti. L’ex cieco, l’ex povero, l’ex bisognoso di aiuto che sa riconoscere il povero ora può decidere di donare un aiuto concreto all’altro. Potrà anche decidere di far finta di nulla e allora tornerà cieco e, resterà, incapace di felicità per lui e per gli altri. Tornerà povero e la sua vista tornerà a non vedere.

Preghiamo allora perché  l’ex cieco sappia condividere i doni ricevuti che non sono il frutto del suo saper fare ma dono di Dio da mettere a disposizione del prossimo.

 

 

Un commento su ““Vedere” e’ un’arte”

  1. Donami o Signore chi occhi del cuore 💖. Guarisci la mia miopia che mi impedisce di vedere i bisogni dei fratelli. Donami occhiali multifocali cosi che io possa vedere bene sia da vicino che da lontano, donami il tuo Spirito cosi che la carità abiti nel mio Cuore 💖

Rispondi a Pietro Monti Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.