Da chi andremo?

Le parole di Gesù ci mettono in crisi. Sono parole vere, dure e che ci toccano nel profondo. Se le ascoltiamo con attenzione sono capaci di metterci il fuoco dentro e trasformare la nostra vita che prende a volare accompagnata dal suo Spirito.

Franca e Vincenzo.

Credere in Gesù significa fare di Lui il centro, il senso della nostra vita. Cristo non è un elemento accessorio (…). Legarsi a Lui, in un vero rapporto di fede e di amore, non significa essere incatenati, ma profondamente liberi, sempre in cammino. Ognuno di noi può chiedersi: chi è Gesù per me? (…) E’ veramente quella persona che mi ama che ha dato la sua vita per me e cammina con me? (…) Cerchi di conoscerlo nella sua parola? (…) Perché più stiamo con Lui più cresce il desiderio di rimanere con Lui?

Papa Francesco, Angelus, 23 agosto 2015

Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, molti dei discepoli di Gesù, dopo aver ascoltato, dissero: «Questa parola è dura! Chi può ascoltarla?».
Gesù, sapendo dentro di sé che i suoi discepoli mormoravano riguardo a questo, disse loro: «Questo vi scandalizza? E se vedeste il Figlio dell’uomo salire là dov’era prima? È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono spirito e sono vita. Ma tra voi vi sono alcuni che non credono».
Gesù infatti sapeva fin da principio chi erano quelli che non credevano e chi era colui che lo avrebbe tradito. E diceva: «Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre».
Da quel momento molti dei suoi discepoli tornarono indietro e non andavano più con lui. Disse allora Gesù ai Dodici: «Volete andarvene anche voi?». Gli rispose Simon Pietro: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna e noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio».

   Parola del Signore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.