Tutti ti cercano

Nella sinagoga aveva guarito un uomo posseduto dal male e poi a casa di Pietro la suocera dalla febbre. La sera, dopo il tramonto, guarì molti affetti da malattie e poi, ancora, scacciò da altri i demòni. Merita di essere evidenziato che impediva ai demòni di parlare perché lo conoscevano. Il male di fronte al bene resta paralizzato. È una realtà che ciascuno può sperimentare. Nessuna forma di male o di cattiveria (egoismo, furbizia, gelosia, desiderio di primeggiare, ecc.) può resistere alla mitezza e all’amore che il bene diffonde. Ecco perché tutti cercano Gesù. Egli è il bene assoluto. Non c’è nessuno che ha un Amore più grande.

Colpisce, inoltre, che anche Gesù ha bisogno di pregare (e noi preghiamo?). È così che al mattino presto, prima dell’alba, egli si ritira in un luogo deserto a pregare.

Quando anche i suoi discepoli lo cercano e poi lo trovano Gesù invita a seguirlo per tutta la Galilea per annunciare la buona notizia. Forse, e diciamo, forse in tanti di noi abbiamo dimenticato che questo è il nostro compito: predicare la buona notizia e scacciare il male e, il male, può essere vinto solo dall’Amore. Questa realtà vale per tutti. Nessuno può sfuggire a questa Verità pena fare entrare se stessi in una spirale di tormento che renderà i suoi giorni un inferno. Se non decidiamo di Amare e di farlo senza alcun tornaconto saremo noi stessi ad infliggerci dolore e sofferenze. Decidiamo di Amare e un sorriso di pace, finalmente, si schiuderà anche nel nostro cuore.

Franca e Vincenzo osb-cam ♥️

Dal Vangelo secondo Marco
Mc 1,29-39

In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva.
Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano.
Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui, si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!».
E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.

Parola del Signore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.