Accogliere

Se una persona vive la fede lo vedi; se quella persona segue Gesù, lo senti; se ha accolto Gesù nella sua vita e tu accogli lui nella tua allora anche tu sai che hai accolto Dio in casa tua. Gesù ce lo ha detto e ora ce lo chiede. Ogni giorno Gesù ci mette davanti persone da accogliere, da accompagnare e da amare È un privilegio essere scelti per accogliere e accompagnare ed è nostra libertà farlo o non farlo. Come sempre siamo liberi di accogliere o meno le proposte del quotidiano e, quello che stiamo vivendo, è proprio un tempo favorevole per accogliere il disegno di Dio e per vivere lo spirito delle beatitudini. Si, perché accogliere significa essere miti e poveri in spirito, dare da mangiare e da bere, offrire misericordia ed essere operatori di pace, conservare la purezza del cuore e accettare ogni persecuzione per favorire la giustizia. Accogliere è un amare vero che non domanda nulla in cambio.

Franca e Vincenzo osb-cam ♥️

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 13,16-20

[Dopo che ebbe lavato i piedi ai discepoli, Gesù] disse loro:
«In verità, in verità io vi dico: un servo non è più grande del suo padrone, né un inviato è più grande di chi lo ha mandato. Sapendo queste cose, siete beati se le mettete in pratica.
Non parlo di tutti voi; io conosco quelli che ho scelto; ma deve compiersi la Scrittura: “Colui che mangia il mio pane ha alzato contro di me il suo calcagno”. Ve lo dico fin d’ora, prima che accada, perché, quando sarà avvenuto, crediate che Io sono.
In verità, in verità io vi dico: chi accoglie colui che io manderò, accoglie me; chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato».

Parola del Signore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.