Vegliate … non sapete né il giorno né l’ora!

Anche oggi il Signore ci invita ad essere pronti per l’incontro con Lui e a fare come le vergini sagge che insieme alle lampade avevano con loro l’olio per alimentarle. Nessuno di noi conosce il giorno e l’ora ecco perché siamo chiamati a vivere ogni giorno come l’ultimo. Attenzione, queste parole non sono dettate dalla tristezza o dalla paura ma sono un bel richiamo a certe nostre vite spesso completamente fuori misura. Accogliere Gesù è invece la meta del viaggio che stiamo facendo e dimenticarlo ci porta a sbattere. Il giorno nel quale, senza preavviso, Egli verrà deve trovarci pronti e gioiosi, sereni e disponibili a seguirlo. Ci sono, infatti, cose essenziali che meritano attenzione: relazioni da coltivare, occhi da incrociare, parole, baci e abbracci che, se non distribuiamo adesso, non torneranno più. Questa vita è così veloce, fragile e straordinaria che merita la nostra attenzione e non possiamo sciuparla in cose futili. Non è mai tardi per vivere facendo il bene disponibili ad accogliere l’altro anzi questa è l’unica vera priorità. Il resto, tutto il resto, è davvero inutile e spesso ci fa fare cose grottesche rendendo la nostra vita un inferno. Dobbiamo impedire che il male distrugga la nostra vita e guardare un fiore che spunta tra le rocce, il cielo pieno di stelle e l’alba che ci dona il nuovo giorno. Vegliamo e viviamo in attesa dell’incontro con Gesù.

Franca e Vincenzo oblati camaldolesi ❤️

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 25,1-13
 
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola:
«Il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono.
A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”. Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”. Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”. Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”.
Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora».

Parola del Signore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.