La Chiesa dei piccoli fa sognare

Ventosa è  un piccolo Borgo tra le colline degli aurunci. La Chiesa orientata a levante è  dedicata a San Martino ed era il cuore di un convento benedettino legato a Montecassino come tutti i borghi vicini. In questa Chiesa che custodisce l’unico affresco del territorio dell’artista di Castelforte Aldo Falso, questa sera è  stato presentato il libro fotografico che don Simone ha dedicato a San Giovanni Paolo II.

p_20161228_204523

Ventosa adesso è abitata da poche famiglie. Molti sono anziani. È  una periferia insomma. Ma chi ci abita sa esprimere, nella semplicità, tutto l’orgoglio di una storia intensa; la dignità  di sentirsi erede di un passato importante; la fierezza di essere chiamato alla responsabilità di non far perdere la memoria. E cosi  stasera la Chiesa di San Martino ha accolto la presentazione, organizzata dal Comune di Santi Cosma e Da miano, del libro fotografico che don Simone Di Vito ha dedicato a San Giovanni Paolo II. Un libro che racconta con le immagini sette  dei tanti viaggi di San Giovanni Paolo II e nei quali don Simone ha fatto da assistente ai giornalisti-vaticanista al seguito del papa scattando migliaia di foto.

È  stata una serata tra amici, un momento di vita di Chiesa dove si è respirata un aria di fraternità e di gioia. Una serata dove abbiamo accolto il racconto di don Simone che ha condiviso aneddoti e piccoli episodi anche sconosciuti della vita di San Giovanni Paolo II dei quali è stato testimone.  Questa è la  Chiesa comunione, quella capace di condividere con gli ultimi, quella che abita le periferie, quella non attenta ai numeri, quella, insomma, tanto cara a papa Francesco e che, a volte,  non riesce a trovare concretezza nella vita quotidiana dove, l’indifferenza e, peggio ancora, la deliberata e consapevole esclusione la fa da padrona.

A noi, però, anche questa sera, seduti vicini al nostro caminetto, bastano questi piccoli momenti di comunione per sentire che Lui c’è  e che il suo progetto d’amore non ha bisogno del clamore e del potere dei potenti di turno ma dell’emozione e del sentire dei piccoli.

Grazie don Simone, Grazie Ventosa, Grazie dei doni e delle emozioni che ci avete donato.

2 commenti su “La Chiesa dei piccoli fa sognare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *