a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più

Un padrone che serve, un servo servito. Che stranezze!!! La logica del mondo è pienamente contraddetta. Ma cosa ci sta comunicando Gesù? In realtà ci sta parlando dell’eucarestia.

Il passo del Vangelo di oggi, segue quello di ieri dove avevamo ascoltato di quel padrone che tornando a casa trovava i servi svegli … Ebbene il Signore si mette al servire i servi e lo fa per farli sentire liberi. Questa se ci pensiamo bene è l’eucarestia. È Lui che viene e si mette a servire e in questo modo dona la sua forza, la sua stessa energia vitale, la sua vita.

Ma stiamo attenti. Ciascuno di noi ha ricevuto molti doni dal Signore e se non li abbiamo utilizzati per servire gli altri significa che ne siamo stati cattivi amministratori. Ecco allora svelato il senso del verdetto finale ” … A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più”.

Gesù fa appello alla coscienza dell’uomo ed è guardando a come abbiamo saputo rispondere alla nostra coscienza che saremo giudicati.

Franca e Vincenzo osb-cam ❤️

Dal Vangelo secondo Luca

Lc 12,39-48

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora viene il ladro, non si lascerebbe scassinare la casa. Anche voi tenetevi pronti perché, nell’ora che non immaginate, viene il Figlio dell’uomo».

Allora Pietro disse: «Signore, questa parabola la dici per noi o anche per tutti?».

Il Signore rispose: «Chi è dunque l’amministratore fidato e prudente, che il padrone metterà a capo della sua servitù per dare la razione di cibo a tempo debito? Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà ad agire così. Davvero io vi dico che lo metterà a capo di tutti i suoi averi.

Ma se quel servo dicesse in cuor suo: “Il mio padrone tarda a venire”, e cominciasse a percuotere i servi e le serve, a mangiare, a bere e a ubriacarsi, il padrone di quel servo arriverà un giorno in cui non se l’aspetta e a un’ora che non sa, lo punirà severamente e gli infliggerà la sorte che meritano gli infedeli.

Il servo che, conoscendo la volontà del padrone, non avrà disposto o agito secondo la sua volontà, riceverà molte percosse; quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche.

A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più».

Parola del Signore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.